◄ Home

        

       Il Centro Sanitario


Il Plantare
Calzature
 
 
 
 
 
 

            
                 www.novel.de

 BROCHURE
 Rubrica : Notizie utili...Il Plantare

1. Il plantare si può inserire in tutte le calzature ?

La risposta è no, il plantare non è possibile adattarlo in qualsiasi calzatura.
Per poter affrontare correttamente questo argomento dobbiamo valutare alcuni aspetti:

a. La dimensione del piede
 
   

In funzione della “dimensione” del piede dovremo indirizzarci verso calzature più appropriate.
E’ possibile affermare che un piede con la calzata M ha maggiori probabilità di trovare facilmente calzature rispetto ad un piede con la calzata XL.


b. Il tipo di calzatura

Dobbiamo distinguere le calzature dai sandali e dalle ciabatte.
Queste 3 categorie presentano caratteristiche differenti:

La calzatura:

a.1) Deve presentare la possibilità di rimuovere la soletta originale per lasciare spazio al plantare su misura. Molte calzature oggi in commercio presentano queste caratteristiche ( Hogan,Tods,Timberland,Nero Giardini,Geox ecc..)

b.1) Deve sempre essere allacciata per consentire di calzare piedi più o meno robusti sul collo del piede;

c.1) Il tacco deve essere possibilmente a base larga e non più alto di 3-4 cm;

d.1) Senza dubbio è sempre meglio una calzatura ortopedica predisposta per plantare perchè concepita tecnicamente per rispondere a tutti questi criteri;

 
Tacco, contrafforti laterali, inserimento del plantare sono solo alcuni degli aspetti fondamentali che vanno gestiti durante la scelta della calzatura più appropriata;
   
 



Il Sandalo:

Deve essere necessariamente predisposto per plantare quindi progettato con una “vaschetta” all’interno della quale,una volta rimossa la soletta originale è possibile sostituirla con il plantare su misura che,grazie ai bordi di contenimento laterale, ne permette l’inserimento e soprattutto la stabilità durante il cammino;

 

 

Ciabatte:
Devono essere concepite con lo stesso criterio dei sandali ma,in aggiunta, devono sempre avere una regolazione con dispositvi a velcro per meglio stabilizzare il piede durante il cammino. Infatti essendo le ciabatte prive di un contenitore posteriore devono presentare ottime caratteristiche di predisposizione associate a dispositivi a velcro in grado di “abbracciare” correttamente il piede.

     



Ciabatte ad uso Professionale:

Sono ciabatte che devono rispondere ad esigenze specifiche in ambienti di lavoro in cui si devono definire standard di sicurezza internazionali, norme che richiedono fondi,pellami e calzate adatte a sopportare ambienti di lavoro dei più disparati;

   



2) Quanto dura un plantare ?

Sono 4 principalmente i fattori che contribuiscono a logorare il plantare:

a) Il peso della persona: Ovviamente un soggetto di 50 Kg. non esercita la stessa forza e pressione sul plantare di un soggetto di 100 Kg. quindi durerà più a lungo su un soggetto meno pesante;

b) Il tempo di utilizzo : Un solo plantare utilizzato per 10-12 ore al giorno durerà meno di un plantare utilizzato per una sola mezza giornata. Ad esempio alcune persone preferiscono acquistare 2 paia di plantari per distribuire il carico di lavoro un paio sulle ciabatte
(sandali o calzature per il tempo libero) e un paio sulle calzature da lavoro;

c) Ambiente di lavoro del plantare:
Un plantare concepito per un maratoneta che percorre 80-100 Km settimanali ovviamente avrà una durata inferiore ad un utilizzo di un ortesi per una casalinga;

d) Sudorazione del piede: Aspetto non trascurabile. Un soggetto con una forte sudorazione ai piedi può logorare in tempi più rapidi un ortesi plantare.


Fatte queste principali considerazioni possiamo affermare in considerazione della nostra esperienza, che la durata in ambito sportivo è intorno ai 10-12 mesi che diventano massimo 18 mesi in condizioni di uso quotidiano. Nei bambini, in fase di crescita del piede la durata dell’ortesi non supera mai i 10 mesi, periodo oltre il quale il piede è normalmente più lungo dell’ortesi pertanto non più funzionale perché
il plantare non rispetta più correttamente le dimensioni del piede.